3096 giorni by Natascha Kampusch

By Natascha Kampusch

Show description

Read or Download 3096 giorni PDF

Best italian books

Il Concilio di Trento: una introduzione storica

Publication by means of Adriano Prosperi

Per chi suona la banana: Il suicidio dell'Unione Brancaleone e l'eterno ritorno di Al Tappone (Italian Edition)

Si parte dal marzo del 2007, quando ancora l. a. rubrica di Marco Travaglio sull’«Unità» si chiamava Uliwood occasion: governava, traballando, Romano Prodi. Si arriva al settembre del 2008: los angeles rubrica si chiama Ora d’aria e sgoverna, anzi risgoverna Silvio Berlusconi, riesumato e rianimato dagli errori del centrosinistra.

Cinquanta grandi idee di genetica

Booklet via Mark Henderson

Additional info for 3096 giorni

Sample text

In così poco tempo riuscii a decifrare il cognome a malapena: era complicato e difficile da ricordare per una bambina agitata. "Forse mi chiamo anche Holzapfel," aggiunse, prima di chiudere di nuovo la porta alle sue spalle. Allora quel nome non mi disse niente. Oggi so che Ernst Holzapfel era per Wolfgang Priklopil qualcosa di simile al suo migliore amico. Più si avvicinava il 25 marzo, più diventavo nervosa. Dal giorno del mio rapimento avevo chiesto a Priklopil ogni giorno la data e l'ora, per non perdere completamente l'orientamento.

Ha i capelli castano chiaro, lisci, con la frangia, e gli occhi blu. Ha dieci anni e al momento della sua scomparsa indossava una giacca a vento rossa con il cappuccio, un vestito con la parte superiore di jeans blu, con maniche a quadri bianche e grigie, una calzamaglia celeste e delle scarpe di camoscio numero trentaquattro. Natascha Kampusch porta gli occhiali con una montatura ovale di plastica celeste e la stanghetta gialla. Secondo quanto comunicato dalla polizia, è leggermente strabica. " Dagli atti so che dopo quattro giorni la polizia aveva ricevuto più di centotrenta segnalazioni.

Cercavo nel mio passato tutti gli errori che avevo fatto. Ogni piccola parola cattiva. Ogni situazione in cui non ero stata cortese, buona o gentile. Oggi so che è un meccanismo diffuso tra le vittime quello di incolparsi del crimine subito. Allora era un vortice che mi trascinava con sé e al quale non avevo niente da opporre. La luce atroce che mi aveva tenuto sveglia durante le prime notti aveva nel frattempo ceduto il posto a una totale oscurità. Quando la sera il rapitore svitava la lampadina e chiudeva la porta dietro di sé, mi sentivo tagliata fuori da tutto: cieca, sorda a causa del ronzio continuo del ventilatore, incapace di orientarmi nella stanza e qualche volta anche di sentire me stessa.

Download PDF sample

Rated 4.82 of 5 – based on 4 votes